Caricamento, attendere prego...

Rinasce con gusto il salotto "buono"

  • slide

Rinasce con gusto il salotto "buono"

Rinasce con gusto il salotto "buono"
Nuovi bistrot e "mangerie" nel centro storico

(Roberto Maggio, Vercelli)

Link Articolo

Piazza Cavour: da mega parcheggio a zona pedonale fino a «salotto del gusto». Tanti ancora si ricordano di quando nella piazza principale di Vercelli si lasciava l’auto. Poi negli anni il cuore del capoluogo si è trasformato, e ora il nuovo cambio d’abito è in chiave gastronomica. Di recente è stata aperta la mangeria e beveria Camillo’s bakery; prossimamente, non prima dell’anno nuovo, riaprirà lo storico Bar Italia rinnovato, e altri locali «mangerecci» sono sorti già da alcuni anni. Senza contare le zone limitrofe, con storici bar e panetterie varie che attirano chi cerca un aperitivo o un panino veloce. 
Le novità
Nato da un’idea dei soci Simonetta Baracco, Franco Omodeo Salé e Marco Ferrara, Camillo’s Bakery, in via Bava, ha un’offerta ampia per ogni momento della giornata: colazione, pranzo, cena o brunch domenicale: «Devi avere un motivo valido per aprire un locale, o un prodotto da vendere - racconta Fabio Roncarolo, alle prese coi fornelli -. Le persone entrano in un locale se hanno un’esigenza, e tu devi essere in grado di offrire cibo di qualità: una brioches, una torta, un buon vino. Da due anni cercavamo un posto in piazza Cavour per via del mercato e della movida: ormai la gente non rischia la patente. E poi, questo è il salotto di Vercelli». 
Stefano Bassino, Marco Pozzuolo e Giordano Tosi riapriranno al pubblico il Bar Italia, che diventerà Ristorante d’Italia: «La scelta è caduta per via della sua posizione e del suo passato: è uno dei locali storici di Vercelli - spiega Stefano -. Ci rivolgeremo a una clientela varia, dal professionista in pausa pranzo allo studente che vuole mangiare in fretta. O chi vuole gustare un pasto in tranquillità. Nel piano superiore ci sarà il ristorante, sotto il bistrot». 
La certezza
Hanno invece puntato sulla piazza principale del capoluogo Elisa Licata e Shajare Pumo, che da quasi 3 anni gestiscono la piadineria Che piadina! sotto i portici. Ampia l’offerta, tra dolce e salato: «Lavoriamo molto con gli studenti che hanno il rientro pomeridiano - sottolinea Elisa, che si è lanciata nella ristorazione appena ventiduenne -. Eravamo alla ricerca di un locale in centro ed è capitato questo in piazza Cavour. Una posizione perfetta, anche se oggi mancano stratagemmi per attirare i giovani in piazza. Bisogna organizzare eventi, magari con talenti emergenti vercellesi».  

 

 


  • Data: Sab 20 Dicembre, 2014
  • Share Post